Locazione

Home / Locazione

CONTRATTO DI LOCAZIONE

Il contratto di locazione può essere senza determinazione di tempo (una delle parti può recedere dal contratto quando vuole, dandone disdetta con congruo preavviso) oppure a tempo determinato.

La durata dei contratti è regolata dalla legge.

Quanto ai contratti aventi per oggetto immobili per uso abitativo, esistono i contratti transitori, la cui durata non può essere superiore a 18 mesi, invece gli altri contratti hanno una durata di almeno 3 anni.

La durata per locazione di locali destinati ad attività commerciale è di almeno 6 anni.

Per la locazione degli immobili adibiti a uso abitativo esistono due forme contrattuali, come previsto dalla legge n. 431 del 9 dicembre 1998, che regola le locazioni degli immobili a uso abitativo:

  • contratti a canone concordato
  • e contratti a canone libero.

REGISTRAZIONE DEL CONTRATTO DI LOCAZIONE

Nel caso di locazione procediamo noi alle registrazione del contratto, depositando tutta la documentazione necessaria all’agenzia delle entrate.

Dal 2011 (D. Lgs. 23/2011 art. 3), il locatore può optare per una tassazione del reddito da locazione con la cedolare secca, un’aliquota fissa per qualsiasi tipo di contratto di locazione, importo del canone, categoria catastale dell’immobile.

Il reddito tassato con cedolare fissa è quindi escluso dall’imponibile IRPEF.

Uniche condizioni: l’immobile sia destinato ad uso abitativo, il contratto regolarmente registrato, il lcatore rinunci ad aumenti a qualsiasi titolo del canone (inclusa la rivalutazione ISTAT).